Webcam Bellaria




IMMAGINI IN DIRETTA Webcam 4 Nord, Hotel COLA - Bellaria Igea Marina, Riviera di Romagna. Puntamento NNE
Webcam Nord



 
IMMAGINI IN DIRETTA Webcam 4b Est, Hotel COLA - Bellaria Igea Marina, Riviera di Romagna. Puntamento EST
Webcam Est
TORNA AL METEO
 
Webcam e filmati.
Informazioni sul clima a Bellaria-Igea Marina


Com'è il clima a Bellaria-Igea Marina?
Qui hai una risposta visiva.

Siamo in procinto di aggiungere altri periodi dell'anno, torna a trovarci per restare aggiornato..

Previsione delle prossime 48 ore

Meteo Bellaria

Situazione meteorologica in tempo reale

.
Stazione meteo utilizzata: DAVIS Vantage VUE schermo solare passivo a 20mt. dal suolo aperta 360° sulla Riviera Adriatica.
Bellaria-Igea Marina, il Meteo e il Nostro Gabbiano.

L’inverno di Bellaria-Igea Marina è generalmente scarso di precipitazioni, ed è freddo e umido. Si contano oltre quaranta giorni con temperature minime inferiori a 0 gradi. L’accumulo nevoso medio annuo è sorprendentemente alto, circa 10 cm, uno dei più alti tra le zone costiere dell’intero Mediterraneo. Pensate che nel passato era ancora più alto, infatti l’accumulo nevoso medio annuo è molto diminuito rispetto agli anni ’60 quando si verificavano fenomeni frequenti e intensi che determinavano accumuli medi di 35/40 cm per inverno. Resta nelle mamoria dei Bellariesi come “l’inverno del nevone” quello del 1962/1963 che fu il più nevoso dall’inizio delle rilevazioni, dove si registrarono 103 cm di accumulo totale.
In questa pagina puoi vedere le IMMAGINI IN DIRETTA della spiaggia e del mare di Bellaria-Igea Marina e puoi avere un quadro preciso ed affidabile delle previsioni per le prossime 48 ore.
Salva questo link e torna ogni giorno a vedere come cambia col passare dei giorni la situazione meteo.

P.S. Lui, il Gabbiano, ogni tanto si ripresenta. Forse il posto gli piace, forse è una buona posizione per scrutare il mare.
Vogliamo dargli un nome?
Nei commenti scrivi un nome per il nostro Gabbiano!

Il clima di Bellaria Igea Marina è influenzato del clima mediterraneo e quello più continentale della Pianura Padana, con aspetti di entrambe, presentando caratteristiche che variano dal clima temperato sublitoraneo al clima temperato sub continentale.

Le estati sono generalmente calde; grazie alle frequenti brezze di mare dai quadranti orientali durante il giorno le temperature massime difficilmente superano i 33 gradi. L’umidità presenta a volte tassi elevati tranne che nelle giorante di vento proveniente da Sud-ovest, venti come il Garbino o il Libeccio, caratterizzati da temperature che possono raggiungere anche punte di 38-40 gradi ma con tassi di umidità molto bassi.
La stagione estiva presenta una media attorno ai 150 mm di precipitazioni, generalmente sotto forma di temporali.
L’inverno è la stagione più scarsa di precipitazioni, fredda e umida. Si contano oltre quaranta giorni con temperature minime  inferiori a 0 gradi.. L’accumulo nevoso medio annuo è sorprendentemente alto, circa 10 cm, uno dei più alti tra le zone costiere dell’intero Mediterraneo. Pensate che nel passato era ancora più alto, infatti l’accumulo nevoso medio annuo è molto diminuito rispetto agli anni ’60 quando si verificavano fenomeni frequenti e intensi che determinavano accumuli medi di 35/40 cm per inverno. Resta nelle mamoria dei Bellariesi come “l’inverno del nevone” quello del 1962/1963 che fu il più nevoso dall’inizio delle rilevazioni, dove si registrarono 103 cm di accumulo totale.
La nebbia è un fenomeno frequente ma non è così fitta e persistente come accade in Pianura Padana. L’influenza del mare si fa sentire mantenendo le temperature a 2 o 3 gradi in più rispetto alle altre città dell’entroterra Romagnolo. Il Garbino (un vento secco e rafficato) può soffiare anche in inverno causando incrementi importanti della temperatura.
Autunno e primavera sono stagioni di passaggio e spesso si caratterizzano come il semplice proseguimento della stagione precedente o un anticipo di quella futura.

I venti:
Bellaria Igea Marina è piuttosto ventilata e attraversata da tutti i venti. Il vento più frequente si presenta in estate sotto forma di brezza di mare. Il vento più freddo, che è anche l’unico in grado di portare la neve sulla costa, è il Ponente che in inverno raccoglie il freddo accumulatosi nel “catino padano” e lo porta verso il mare.

La pioggia:
La piovosità è distribuiti durante tutto l’anno registra il suo massimo nella stagione autunnale, il minimo in inverno.
La primavera ha una piovosità di circa 160-180 mm.


Lavori in spiaggia:
Ogni autunno viene preparata la spiaggia per contrastare l’erosione causata principalmente dalle burrasche invernali. A questo scopo si raccoglie quanta più sabbia possibile e la si accumula lontano dalla battigia. Si formano così delle dune.
In primavera avviene l’operazione opposta; si lavora per ridistribuire sulla spiaggia la sabbia accumulata nella duna. In queste immagini una fase del lavoro di stesura della sabbia.

 

Condizioni meteorologiche dal 8 al 14 Maggio 2012.
Si può notare la sabbia lavorata da poco con la ruspa. La sabbia, precedentemente ammucchiata a mò di duna lontano dalla battigia, è stata spianata dalla ruspa. Toccherà poi al bagnino, con un duro lavoro, ripassare con il vallo a motore e poi a mano, col rastrello, tutta la spiaggia per rendere la sabbia dorata e fine.
Le persone che durante il giorno si vedono in acqua sono dedite alla raccolta delle vongole e dei cannelli (Solen marginatus).
Al minuto 2:00 si vede che il bagnino ha già posizionato due file di tavolini.
L’indomani ci ha pensato il mare a stendere la sabbia! La notte del 13 Maggio è iniziata una burrasca che è durata fino al primo pomeriggio del 14. Ci siamo abituati, le burrasche ci sono sempre state e sempre ci saranno.

 

Maggio 2018. La spiaggia è pronta per accogliere i primi turisti.

 








ABBIAMO UN MESSAGGIO PER TE iscriviti alla newsletter
Facebook
Youtube
logo
Bellaria - Via Volosca, 17 47814 (Rn) - ITALY
Tel. +39 0541/346742 - info@hotelcola.it email
P.Iva 00353460405

Privacy Policy - Credits
holiday check
Estate 2020 in Serenità e Sicurezza ➝